La Menorah

IN PRINCIPIO DIO CREO’ IL CIELO E LA TERRA

 

1  Candela - è quella del 1° giorno – Dio creò la luce

7  Candela - la separazione dell’acqua e della Terra

2  Candela - Dio creò gli astri e il firmamento

6  Candela - La nascita della vita sulla Terra

3  Candela - Dio creò gli uccelli e i pesci

5  Candela - Dio creò gli animali e l’uomo

4  Candela - E’ il culmine e il completamento della sua opera – Il riposo di Dio.

 

Spegnimento  4-7-1-6-2-5-3

 

Come abbiamo visto, l’accensione della Menorah  avviene da sinistra a destra.  Si parte con la 1° luce per poi proseguire in senso orario e cioè  1-7-2-6-3-5-4  così i fratelli si caricano di energia positiva.  Al contrario, all’atto dello spegnimento la spirale sarà discendente.  Si partirà dalla luce centrale 4 per poi la 7-1-6-2-5-3.  Così noi, dopo esserci uniti ai fratelli nei lavori di loggia ed esserci caricati ognuno delle energie dell’altro, ci separiamo e terminiamo ad essere singoli individui nel mondo profano.

Le luci di destra rappresenta la materia, quelle di sinistra l’energia, la centrale è la legge.

Sotto l’aspetto psicologico le luci di destra rappresentano la Conservazione; quelle di sinistra la creatività, la centrale la coscienza, l’equilibrio.

La Menorah, con la sua accensione nel Tempio, mette in moto tutte le energie del cosmo.  Non a caso, sette sono i giorni della settimana, sette sono i giorni della creazione del mondo, sette i pianeti, sette i metalli, sette i chakra (uomo), sette le note musicali, sette le bellezze del mondo ecc.ecc.

 

1)  Si inizia con l’accendere la prima luce. Nelle funzioni di loggia è associata al       Sorvegliante  La prima Colonna del Tempio. Controlla particolarmente l’assiduità ai lavori dei fratelli. Sostituisce il Maestro Venerabile quando è assente. Come associazione tra i pianeti è il Sole.  Dio disse “sia la luce” e la luce fu.

 

7)  Accendiamo la settima luce, è collegata al  Sorvegliante è l’esperto nelle funzioni di loggia, nel formare e dirigere i fratelli Apprendisti ad usare con giudizio i lavori sulla pietra grezza.  Con l’accensione della 7° luce Dio separò le acque.

 

2)  La seconda luce è dedicata al Fratello Tesoriere.  Equilibrato, silenzioso.  Custodisce con serietà il tesoro di loggia.  Dio creò gli astri e regolò il loro alternarsi per segnare il cambiamento delle stagioni.

 

6)  La sesta luce è dedicata al Fratello delle Cerimonie, è l’armonia della ritualità della loggia, che ci permette di sintonizzarci con l’armonia Universale.  Lavoriamo in loggia non per noi, ma per il bene della Patria e dell’Umanità.

Dio creò la vita sulla Terra.

 

3)  La Terza Candela è dedicata al Fratello Oratore, l’intelligenza che illumina la loggia.  Assicura il rispetto delle leggi durante i lavori di loggia.  Assicura l’istruzione massonica e pronuncia discorsi nelle Cerimonie iniziatiche. 

Dio creò gli uccelli e i pesci.

5)  La quinta Candela è dedicata al Fratello Segretario, la saggezza che viene dall’esperienza.  Con le sue tavole architettoniche, custodisce la memoria  storica dell’Officina. 

Dio creò gli animali e l’uomo

 

4)  La quarta Candela è dedicata al Maestro Venerabile.  E’ il culmine delle accensioni delle luci.  I lavori di Loggia possono iniziare.  Il settimo giorno è il riposo di Dio.

 

A proposito del numero sette è il numero caro a tutti i Massoni.

I Pitagorici lo chiamavano “Telesforo” numero magico, simbolo della vita, ma che rappresenta la vita stessa.

Un aspetto bellissimo ed edificante è che “septos” significa “Venerabile”.

Il SETTE è un numero di perfezione e di universalità, al quale anticamente si attribuiva un valore sacrale che tale cifra possedeva di per sé (sette è un numero primo) o che gli veniva attribuita nel culto di Apollo Elio – padre di sette figli – e Dio di quella sapienza religiosa delfica a cui si ricollega la tradizione dei “sette saggi”.

Per questo numero, mi piace qui ricordare alcune notazioni.

SETTE  erano le colonne del Tempio di Salomone.  Ma, per costituire una Loggia  non sono forse necessari sette fratelli?

SETTE  sono i gradini che portano al Trono;

SETTE  sono le scienze liberali: Grammatica, Retorica, Logica, Aritmetica, Geometria, Musica, Astronomia;

SETTE  sono le luci che illuminano l’Ara (Menorah);

SETTE  i pianeti che si credeva girassero attorno alla Terra: Luna, Mercurio, Venere, Sole, Marte, Giove, Saturno.

Possiamo parlare a lungo del numero sette, ma passiamo allo spegnimento delle luci, alla fine dei nostri architettonici lavori.

Lo spegnimento della  Menorah seguirà il percorso inverso che porterà i fratelli dalla Loggia al mondo profano.